Home » Al Di La Di Ogni Pregiudizio: Le Trattative Per Il Concordato Tra La Santa Sede E Il Regno Dei Serbi, Croati E Sloveni/Jugoslavia E La Mancata Ratifica (1922-1938) by Igor Salmic
Al Di La Di Ogni Pregiudizio: Le Trattative Per Il Concordato Tra La Santa Sede E Il Regno Dei Serbi, Croati E Sloveni/Jugoslavia E La Mancata Ratifica (1922-1938) Igor Salmic

Al Di La Di Ogni Pregiudizio: Le Trattative Per Il Concordato Tra La Santa Sede E Il Regno Dei Serbi, Croati E Sloveni/Jugoslavia E La Mancata Ratifica (1922-1938)

Igor Salmic

Published April 24th 2015
ISBN : 9788878393004
Hardcover
624 pages
Enter the sum

 About the Book 

English summary: The Vatican opened relations with Yugoslavia in 1920, allowing for diplomatic negotiations towards bilateral treaties in 1935. The opening of Pius XIs archives since 2006 has led to a much better understanding of the secretMoreEnglish summary: The Vatican opened relations with Yugoslavia in 1920, allowing for diplomatic negotiations towards bilateral treaties in 1935. The opening of Pius XIs archives since 2006 has led to a much better understanding of the secret negotiations between the two governments that led to a failed treaty that was rejected by the Yugoslav parliament. The present study examines the nature of those failed negotiations and the particular role of the papal nuncio in them. Italian description: Nel 1920 si stabiliscono rapporti diplomatici tra il Regno jugoslavo e la Santa Sede, che portarono, due anni piu tardi, allavvio ufficiale delle trattative concordatarie. Dopo lunghi negoziati si arrivo, nel 1935, alla firma dellaccordo, resa possibile dallinconsueta investitura, da parte jugoslava, di un negoziatore segreto, mons. Moscariello. Quando giunse il momento di votare per la ratifica (1937), nel parlamento belgradese si sollevarono forti proteste. Il governo, dunque, si vide costretto a ritirare il concordato dallordine del giorno. Il presente volume mette in particolare rilievo la posizione della Santa Sede nella questione concordataria, avvalendosi sia delle nuove fonti degli archivi vaticani relative al pontificato di Pio XI (accessibile dal 2006) sia di fonti inedite statali, ecclesiastiche e private. Vengono cosi individuati alcuni elementi importanti, e finora sconosciuti, relativi al periodo segreto delle trattative (1933-1935), e alla reazione della Segreteria di Stato in occasione della mancata ratifica del concordato (1937-1938). Il contributo innovativo offerto da questo studio, rispetto alla storiografia esistente, e nellaver portato alla luce la genesi degli articoli principali del concordato firmato e dimostrato la peculiare rilevanza nel nunzio in Jugoslavia, Ermenegildo Pellegrinetti, nei negoziati bilaterali.